In una domenica incerta e a tratti uggiosa di settembre inizio il mio tour parigino dal mercato delle pulci più famoso del mondo, ubicato a nord della città a St. Ouen in corrispondenza della fermata della metropolitana Porte de Clignancourt.
Il mercato si sviluppa su un’area immensa suddivisa in enclavi conosciuti dagli addetti ( Marché Vernaison, Serpette, Paul Bert, Byron ecc) ciascuno dei quali si apre in un dedalo di viuzze, piazzette, gallerie di negozi e stand.
All’uscita della metropolitana è nato un fiorente mercato di abbigliamento, accessori e altro pieno di “falsi famosi”, poi man mano che ci si avvicina al mercato vero e proprio l’atmosfera cambia e ci si trova immersi in una situazione assolutamente unica.
La prima volta che venni in questo luogo avevo 15 anni con mio padre che commerciava antiquariato e da allora nn riesco a stare lontano da questo angolo della capitale dove si incrociano commercianti d’arte, architetti famosi, designer, stilisti, studiosi di tendenze o semplici curiosi.
In qualsiasi di queste categorie vi poniate non potrete non subire il fascino del Marché aux Puces.
Anche se nel corso degli anni è notevolmente cambiato di pari passo al cambiamento dei gusti ( oggi ci sono molti più spazi per modernariato, giocattoli, abbigliamento griffato/vintage e altre categorie particolari) rimane comunque un luogo dove si trovano vere opere d’arte che potrebbero trovare spazio nei musei della città accanto a cianfrusaglie, curiosità e altri oggetti che costituiscono l’attrazione dei turisti che decidono di passarci la giornata.
Ristoranti e bistrot si trovano disseminati tra le viuzze e tra gli stand quindi non manca la possibilità di una sosta.
Addirittura lo storico negozio “L’Eclaireur” famoso per essere uno dei più importanti trend setter parigini ha aperto una sede dove presenta accessori di arredamento ( ceramiche Fornasetti) accanto a candele e mobili dal design industriale.
Modaterapia ha citato nel capitolo dedicato alle capitali questo mercato come uno dei luoghi più importanti al mondo dove poter trarre ispirazione idee o soddisfare curiosità se si trascorre un weekend a Parigi.
Vi rimando a quelle pagine e vi allego qualche foto tratte da qualche stand di passamanerie, bottoni e accessori che insieme ai capi vintage hanno attirato la mia attenzione.
Non mancate il mercato delle pulci vi aspetta ogni sabato e domenica!

 44074865c389cb20a646182250d4475b

243fa551377e2bf84c97d4d87056776e

c4d608d96c1fc0660c7209ccc97d00e4

530ca65b49db81132292cf71ac26ddd7

6b60e353a6b0d3e89803b4285792d1fa

16b1488ff82d5cd09b08b20449627d15

60870d3ba99930d602cacb583ca1ad4d

1efb1bac39742cd660b52e418c7065ae

4743f13d821971bc6df7350177c38b76

d6bb553bc5df32f479f497a4e66d49ac

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here