A notte fonda si è concluso un interminabile spettacolo , la 70a edizione del Festival di Sanremo incoronando Diodato vincitore.
Secondo Francesco Gabbani che già aveva vinto il Festival in due precedenti edizioni (come nuova proposta e come big) e terzi gli outsider Pinguini Tattici Nucleari.
Una serata infinita bella ma troppo lunga con 23 canzoni più la nuova proposta vincente (Leo Gassman) siparietti, ospiti e momenti musicali con Tiziano Ferro che hanno portato lo spettacolo a chiudersi alle 2.30.

Diodato vince il premio della critica Mia Martini assegnato dalla sala stampa roof dell’Ariston. A lui anche il premio Lucio Dalla assegnato dalla sala stampa radio-tv-web del Palafiori, a Francesco Gabbani il premio Tim Music, Viceversa è la canzone più ascoltata sulla app music, il premio Sergio Bardotti per il miglior testo, assegnato dalla commissione musicale, va a Rancore con Eden. Il premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale va a Tosca con Ho Amato Tutto.
La polemica su Junior Cally che si è presentato senza maschera è rientrata ed è stata sostituita dal caso della eliminazione di Bugo e Morgan di cui tutti hanno parlato.
I look stravaganti di Achille Lauro non sono bastati a posizionarlo tra i vincitori, neppure Rita Pavone di ritorno al festival dopo anni pare sia stata particolarmente apprezzata.
Stessa sorte per i rapper che sono entrati tra i favoriti ma si sono collocati qua e là in classifica senza raggiungere posizioni di rilievo.
Delusione totale per i provenienti dai talent che non hanno lasciato particolari tracce.
Bassa in classifica anche Elettra Lamborghini, ma sicuramente il pezzo ci martellerà la prossima estate.
Insomma pare che il canto e la musica abbastanza tradizionale abbiano fatto da padrone.
Diodato è bravissimo e ha una bella canzone, Gabbani è già il più programmato nelle radio e i Pinguini Tattici Nucleari sono banali ma orecchiabili e sicuramente duplicheranno il successo dello Stato Sociale.
Nulla di particolarmente innovativo quindi.
Tosca ha un pezzo stupendo ma non da Festival ed è stata la migliore.
Masini e Zarrillo non sono tra i primi dieci, Elodie canta un pezzo bello che calzerebbe meglio a Mahmood che lo ha scritto  e Levante invece ha un testo e una presenza scenica notevole.
Vedremo che accadrà nelle prossime settimane dove tutto può essere sovvertito dalle vendite e dagli ascolti.

È stato anche il festival della bellezza femminile che ha attorniato Amadeus. Donne belle anche se alcune completamente inutili o di una bellezza ordinaria venute a parlare di bellezza che sparisce dopo sedute dal chirurgo plastico…
Fiorello grande mattatore ha saputo tenere altri gli ascolti ad orari improbabili, Tiziano Ferro amatissimo e Amadeus si è confermato all’altezza della situazione.
Chiude un’edizione chiacchierata, con un cast molto discusso fin dal momento dell’annuncio ma che ha regalato uno spettacolo di buon livello cha ha saputo anche celebrare i 70 anni della manifestazione in modo adeguato.
Peccato che il vincitore sia stato  anticipato da Sky tg 24 prima della proclamazione sul palco…segno inequivocabile di un voler tirare per le lunghe anche un po’ inutilmente.
Per i look… rinviamo alle foto allegate.

La classifica finale completa della kermesse, decisa da sala stampa (33%), giuria demoscopica (33%) e televoto (34%).

1. Diodato – Fai rumore
2. Francesco Gabbani – Viceversa
3. Pinguini Tattici Nucleari – Ringo Starr
4. Le Vibrazioni – Dov’è
5. Piero Pelù – Gigante 
6. Tosca – Ho amato tutto 
7. Elodie – Andromeda 
8. Achille Lauro – Me ne frego
9. Irene Grandi – Finalmente io
10. Rancore – Eden 
11. Raphael Gualazzi – Carioca
12. Levante – Tikibombom 
13. Anastasio – Rosso di rabbia 
14. Alberto Urso- Il sole ad est 
15. Marco Masini -Il confronto  
16. Paolo Jannacci – Voglio parlarti adesso
17. Rita Pavone – Niente (Resilienza 74) 
18. Michele Zarrillo – Nell’estasi o nel fango
19. Enrico Nigiotti – Baciami adesso 
20. Giordana Angi – Come mia madre 
21. Elettra Lamborghini – Musica (e il resto scompare) 
22. Junior Cally – No grazie
23. Riki – Lo sappiamo entrambi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here