Melania Trump è l’unica e vera First Lady. Può piacerci o meno, ma innegabilmente ha la classe e l’eleganza che in America non c’era più dall’epoca Kennedy.
Non le tengono testa, non le possono tenere testa da un punto di vista squisitamente estetico nessuna delle mogli dei precedenti Presidenti…inutile citarle.

Melania Knauss, questo il suo vero nome, è un’ex modella slovena nata nel 1970 a Novo Mesto, naturalizzata statunitense e moglie del 45° Presidente USA. Suo padre, Viktor Knavs, gestiva una concessionaria di automobili e motociclette, mentre sua madre  era una modellista. Ancora adolescente,  dopo aver fatto brevi corsi di Design all’Università di Lubiana inizia la sua carriera di modella lavorando per un’agenzia di Milano e apparendo nelle sfilate più importanti. Viene fotografata dai nomi più prestigiosi inclusi Helmut Newton, Patrick Demarchelier, e Mario Testino. 

Dopo aver calcato le passerelle di Milano e Parigi nel 1996 si trasferisce a NY dove appare sulle copertine di Vogue, Harper’s Bazaar, Ocean Drive, In Style, New York Magazine, Avenue, Allure, Vanity Fair, Self, Glamour, GQ, Elle, FHM, Max ecc.
È la  modella  scelta per sponsorizzare il bikini dell’estate 2000 su Sports Illustrated Swimsuit Issue. Come modella, venne associata con diverse ben conosciute agenzie di moda, inclusa quella di Donald Trump, la Trump Model Management.

Il resto della sua vita è noto… l’incontro con Donald Trump, il fidanzamento e il sontuoso matrimonio con ospiti illustri (tra gli altri: Rudolph Giuliani, Heidi Klum, Star Jones, P. Diddy, Barbara Walters, Simon Cowell, e l’allora senatrice Hillary Clinton con l’ex presidente Bill Clinton) Al ricevimento Billy Joel ha cantato “Just the Way You Are” con testo modificato grazie all’inserimento di nuove parole alla canzone “The Lady Is a Tramp”.

Oggi Melania  è bellissima , elegante e spesso in viaggio da sola – ricorda in molte foto, con le dovute differenze, le immagini di Lady Diana seduta nel 1992 davanti al Taj Mahal , il monumento all’amore universale, senza marito e ancora peggio senza un matrimonio felice.

Eppure Melania Viene perennemente criticata, quasi sempre per invidia, ogni suo look viene messo in croce dal popolo del web, che aspetta le apparizionei di Melania per poterla paragonare a qualche personaggio cinematografico e di fantasia.

Ecco dunque che anche l’ultimo look di Melania Trump in Egitto è motivo di ilarità sul web: il completo giacca pantalone di lino chiaro, abbinato a ballerine Chanel e al dettaglio del fiocco intorno al collo, per i webnauti è un dejavu. Melania per la rete è il colonnello Sanders, l’imprenditore statunitense fondatore della catena di fast food KFC.

Gli utenti di Twitter si sono accesi, chiedendosi: «perché è vestita come il colonnello Sanders in un viaggio di archeologia?», mentre qualcuno ha scherzato sul fatto che stesse facendo audizioni per un nuovo lavoro.
Questi commenti sono un’autorete dell’intelligenza inesistente sul web, sulla mancanza di oggettività, sulla facile associazione al detestabile marito che con i suoi look e con il suo aspetto non c’entra nulla.

Lei è innegabilmente bella (più di Jackie Kennedy che era tutto fuorché bella…) elegante (più di Barbara Bush o di Nancy Reagan) e ha un fisico con il quale anche le altre non possono proprio competere (da Hillary Clinton a Michelle Obama)…insomma non c’è storia, non ci sono paragoni estetici che  la pongono al secondo posto… Ormai sono famosi i suoi look e i suoi cambi d’abito e soprattutto durante i più importanti raduni internazionali (ricordiamoci Taormina) non c’è First Lady a poterle tenere testa.

Nonostante tutto ciò non piace ed è perennemente criticata.
I suoi look sono uno più bello dell’altro, ma la si attacca comunque, le critiche si susseguono, ma lei stoicamente procede per la sua strada, e a quasi due anni dall’insediamento del marito, risulta comunque piacere al popolo americano che trova in lei (considerata inizialmente l’anello debole della catena Trump) l’elemento più simpatico della famiglia del Tycoon.
Nelle su comparsate internazionali sorprende sempre… pare che Xi Jinping volesse lasciare gli americani a bocca aperta con una sinuosa cerimonia , ma è stata Melania ad incantare tutti con la sua classe esibendo un look orientale.
Assolutamente inutile il confronto  con Brigitte Macron (la donna dalle gonne sempre troppo corte…)… e non dimentichiamo il Kimono di Dior indossato nel suo viaggio in Giappone, il tailleur doppiopetto bianco elegantissimo di fronte a Netanyahu e moglie, I look ai gala della Croce rossa, al party del Superbowl e della festa di Natale alla Casa Bianca o ancora lo spolverino Kaki e il tacco a spillo 12 nella sua visita sui luoghi distrutti dall’uragano Harvey….
Non ha pretese, non vuole cambiare il mondo, fa quel che può….ma esteticamente parlando è la migliore in assoluto, ci piaccia o meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here