Un progetto che vede coinvolte le persone con cui MARIO DICE ha condiviso momenti belli e che lo seguono dai suoi inizi. Designer, stylist, giornalisti, attori, cantanti, artisti, personaggi dello spettacolo … tutti coloro che conoscono e amano Mario e la sua filosofia: in poche parole, gli amici.

FBD: Come si inserisce l’iniziativa della t shirt nel percorso creativo di Mario Dice?

MD: L’iniziativa sposa a pieno i due elementi fondamentali delle collezioni Mario Dice la “Creatività” e il made in Italy.  Ed è proprio nel rispetto delle tradizioni e della sartorialità italiana che da sempre contraddistingue il brand abbiamo deciso di affidare la produzione delle T-shirt ad un piccolo laboratorio in Lombardia , mai come ora è importante sostenerci a vicenda. Il progetto vede coinvolte le persone ed amici che da tempo sostengono il Brand , giornalisti, attori, cantanti, influencer , personaggi dello spettacolo, artisti che condivido la mia filosofia  a cui ho chiesto di mettere a disposizione di questo progetto la loro “creatività'” Dovranno personalizzarla con una frase, un disegno o semplicemente una firma dando vita cosi a una capsule di pezzi unici.

FBD: Quali sono le prossime tappe di questo sentiero?

MD: Ogni T- shirt verrà successivamente messa all’asta sulla piattaforma Charity Stars. Il ricavo verrà devoluto totalmente al fondo  istituito dalla Protezione Civile per le famiglie vittime di Coronavirus.
Avendo avuto numerose adesioni, sono state distribuite 100 T-shirt ,l’asta sarò prolungate per almeno due settimane.

FDB: ci saranno ulteriori uscite o capsule?

MD: Durante la presentazione della prossima collezione SS21 sarà presentata una nuova capsule di pezzi unici ricamati. Saranno presentati come pezzi da collezionare ad ogni nuova uscita di stagione . 

FDB: È l’inizio di una serie di limited edition o eventuali collaborazioni che oggi nel marketing sono particolarmente apprezzate?      

MD: Mario Dice ha già collaborato in passato in co branding  con diversi marchi ad esempio Bianchi e Nardi per delle capsule di Borse, Luciano Padovani per le calzature, ma ci sono in progetto nuove collaborazioni per le prossime collezioni tra queste una capsule Kids che partirà dal prossimo inverno.

FDB: Dopo questo momento che abbiamo vissuto qual è la sua opinione sul ritmo che la moda dovrà tenere?    

MD: Credo che il sistema moda nasconda i problemi che ha da tempo dietro il Coronavirus. Un sistema creato dagli stessi che oggi acclamano uno stop ad un ritmo frenetico dettato solo da una corsa al dio denaro dimenticando ormai che prima va creato un prodotto degno di nota. Ci sono realtà come la nostra che creano 4 collezioni l’anno permettendole cosi di avere  un flusso di cassa per garantirci di perseguire il nostro  percorso di crescita.
Come sempre i grandi Brand pensano in questo momento solo ai loro interessi senza preoccuparsi delle piccole realtà, facendo dichiarazioni ipocrite. 

FDB: Più lento e attento alla qualità?   

MD: Non è questione di lentezza ma solo di saper creare un buon prodotto. Nella nostra piccola realtà riusciamo a realizzare  collezioni con un prodotto totalmente Made in Italy e non solo con capi disegnati e realizzati a mano ma anche con tessuti, ricami, progettati  all’interno dei nostri uffici cosi come si faceva in passato.
Dal mio punto di vista le aziende che già sposavano questa filosofia continueranno ad andare aventi le altre sono destinate a chiudere perché prive di creatività

FDB:  Più veloce e più vicino ad un servizio di pronto programmato che faciliti i punti vendita particolarmente colpiti dalla pandemia?

MD: Il servizio di programmato credo subirà un grosso calo anche se aumenteranno le vendite tramite E-commerce, ma sempre per un prodotto di livello alto. Subiranno un grosso calo le vendite e le visite per acquisti negli Show room.Ormai sia le clienti private che buyer preferiscono il rapporto diretto con le Maison che risparmiano in tal modo costi commerciali e provvigioni.  

www.mariodice.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here