Nasce nel dicembre 1980 da un’idea di Lucio Nisi scomparso lo scorso anno, il patron del locale e Nicola Guiducci, creativo e dj.


Il locale ha avuto il suo massimo splendore negli anni 80 durante i quali si è fatto conoscere anche per le frequentazioni di personaggi ed artisti di fama internazionale: Madonna, Elton John, Andy Warhol, Freddie Mercury, Prince, Paul Young, Bruce Springsteen, Keith Haring che insieme a Grace Jones, per passarci una serata, prendeva appositamente l’aereo. Attualmente viene frequentato da personaggi della moda, come ad esempio Stefano Gabbana, Tea Hacic, Giambattista Valli e Alessandro Dell’Acqua, Francesco Scognamiglio, dell’arte come Maurizio Cattelan e Francesco Vezzoli. Da sempre il locale è noto per una rigida selezione all’ingresso. Vengono privilegiati i clienti habitué. “London Loves” è il nome di una delle serate famose del locale oltre a quella del sabato, denominata “House Of Bordello“.

Il privé da sempre rappresenta l’angolo più esclusivo del locale dove si entra solo se si fa parte di un circolo esclusivo
La musica é diversa nei due ambienti e passa da quella più cool e contemporanea a quella più modaiola italiana con concessioni alle dive dalla disco e dello spettacolo italiano (da Donna Summer e Diana Ross a Raffaella Carrà e Mina)
Nel 2006 è uscito un libro fotografico per festeggiare i 25 anni del locale con gli scatti realizzati dallo staff e dai clienti, oggi che si festeggiano i 40 il locale ha un’altra sede, nel 2012 è stato spostato dalla sua storica collocazione di Viale Umbria, 120. Oggi risiede, con il nuovo soprannome “Plastic Palace” in Via Gargano, 15, nei pressi di Viale Ortles, la zona in grande sviluppo e recupero dove ha sede la Fondazione Prada.
Nel febbraio 2014 è stato presentato a Milano il film “This is Plastic. Il documentario” diretto da Patrizio Saccò, racconto dei primi 32 anni di attività e del passaggio alla nuova sede.
Purtroppo l’anno in corso “annus horribilis” con tutti i suoi problemi non ha al momento permesso nessun tipo di celebrazione che sarà inevitabilmente rinviata al 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here