Nessuno se lo aspettava, neppure i commentatori italiani assolutamente e scandalosamente impreparati e che li hanno chiamati con il nome di un’agenda (Moleskine) per tutta la serata, senza mai pronunciare correttamente il nome del gruppo.
Ma nonostante questo aspetto ridicolo l’Italia ha raggiunto il suo obiettivo: vincere con una svolta rock e imporsi a livello internazionale.
Dopo la vittoria al festival di Sanremo, il gruppo musicale dei Maneskin ha trionfato nella serata di ieri, sabato 22 maggio, anche all’Eurovision Song Contest con la canzone “Zitti e buoni“, vincitrice già della kermesse sanremese.
Per la terza volta dopo Gigliola Cinquetti (1964) e Toto Cutugno (1990) l’Italia si aggiudica la competizione con un’attesa sfibrante.
La vittoria, dopo i voti assegnati dalle giurie di qualità dei vari Paesi, sembrava ormai sfumata. In vetta alla classifica risultava la Svizzera, seguita da Francia e Malta. Al quarto posto, con un netto distacco, i Maneskin. Il televoto ha però ribaltato la situazione e dopo la mezzanotte la vittoria è stata annunciata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here