Eccoci giunti… ad Halloween una ricorrenza di origine celtica, celebrata la sera del 31 ottobre. Nel XX secolo ha assunto negli Stati Uniti le forme spiccatamente macabre e commerciali che l’hanno resa nota e diffusa in molti Paesi del mondo, attraverso manifestazioni che vanno dal costume, al gioco per bambini, alle zucche, ad un certo desiderio di horror.
Quest’ultimo ha esplorato la cinematografia (con la serie omonima Halloween e con vari rimandi in molti film e serie televisive prima tra tutte The Addam’s family ) oltre alla musica, dove molti gruppi e cantanti più o meno volutamente hanno dirottato parte del loro look o dei loro testi al genere horror o quantomeno misterioso, occulto, mostrando una dark side non solo del rock, ma anche del pop.
Incominciamo da citazioni ovvie…
Ad Halloween è un classico organizzare una serata cineforum che abbia come tema i film horror, come anche andare al cinema a vedere gli ultimi film spaventosi e da brivido usciti in sala proprio in occasione della Notte delle Streghe. I film horror e di paura che possiamo vedere ad Halloween sono essenzialmente di due tipi: i grandi classici e i nuovi titoli che arrivano puntualmente in sala attorno al 31 ottobre.

Oltre alla già citata saga Halloween, ricordiamo tra gli altri il celeberrimo e iconico The Rocky horror pictures show, e poi Gremlins, Frankenstein junior, la trilogia vampiresca Twilight, tutte le varianti di Dracula e Frankeinstein, Van Helsing, le streghe Elvira o la serie Vita da strega , Edward mani di forbice, Hocus Pocus o per i più piccini Coraline

Tra le nuove uscite del 2018 ricordiamo Venon, il sequel di Halloween, in uscita il 25 ottobre, quindi Quello che non uccide che invece arriva il 31 ottobre e poi Suspiria di Guadagnino per i nostalgici di Dario Argento (anche se pare estremamente diverso dall’originale )e Piccoli brividi 2 per i bambini.

Nella musica invece si alternano brani volutamente creati per l’occasione come la danza delle streghe di Gabry Ponte,
Dj ed ex membro degli Eiffel65, a brani dalle atmosfere dark e meno manifestatamente commerciali o quantomeno non legati alla ricorrenza.
Pensiamo a gruppi che aleggiano tra il pop e l’occulto che sicuramente andrebbero riscoperti (i tedeschi Propaganda dei brani Dr Mabuse, P-Machinery e Duel tratti dallo stupendo album A secret Wish, definito il capolavoro del pop degli anni ‘80 o gli Enigma di Sadeness con le loro influenze gregoriane o ancora il duo anglo/australiano Dead can dance con le sue atmosfere arcane e crepuscolari).
Impossibile non citare , per questioni di look l’intrigante e a tratti inquietante Diamanda Galas, il controverso Marylin Manson e Stevie Nicks, la strega della musica, recentemente anche attrice nel capitolo della serie televisiva American Horror Story dedicata alle streghe di Salem.
Menzione a parte per l’inossidabile Cher che insieme a Susan Sarandon e Michelle Pfeiffer fu una memorabile strega nel film « le streghe di Eastwich » e per Lady Gaga, contessa vampira dai look sofisticati e azzardatissimi nella serie AHS Hotel.
Potremmo continuare per ore…la musica e la cinematografia sono stati ambiti di grande ispirazione e applicazione.

Nella moda il fenomeno viene da sempre rappresentato alla meglio da stilisti del calibro di Rick Owens e Alexander Mc Queen, con uno strascico di stilisti seguaci e adepti più o meno originali da Angelo Marani che propone streghe glam ispirandosi alla celeberrima Famiglia Addams, a Jean Paul Gaultier fino ad arrivare a Lanvin che ha dedicato alle streghe la sua sfilata parigina dell’inverno 2010/11.
Insomma una notte fatta di streghe, fantasmi e mostri ancestrali deve per forza giocar con la paura…
ci si traveste e si va in giro per la città in cerca di party da brivido. E quindi, anche il nostro look deve essere a tema, potrete scegliere tra contemporanee Morticia, nuove gothic lolita e streghe d’altri tempi, l’importante è stregare con il proprio look!

E per finire …un pizzico di cultura.
A Rovigo una mostra dedicata alle streghe vi attende. Demoni, spiriti, streghe, maghi, vampiri, fantasmi e altre oscure presenze. Fascinosi abitanti di un immaginario che ha stregato maestri dell’arte come Kandinsky, Rodin, Munch, Basile, Klee, Previati, Mondrian.
La mostra si intitola “Arte e Magia. “Il fascino dell’esoterismo in Europa”, visitabile dal 29 settembre 2018 al 27 gennaio 2019 a Palazzo Roverella. Un viaggio iniziatico alla scoperta delle correnti esoteriche che, a cavallo tra ’800 e ’900, hanno influenzato la pittura in Europa mettendola in contatto con una dimensione in cui la ragione tace e si spalancano le porte di un mondo fatto di mistero, sogno e inconscio.

Palazzo Roverella

via Laurenti, 8/10 Rovigo 0425 460093

 info@palazzoroverella.com 

http://www.palazzoroverella.com/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here